Privacy

Il sito Verlato.org ha come unico fine la ricerca storica e genealogica del cognome Verlato e di tutte le possibili varianti.

La costruzione degli alberi genealogici comporterà l’inserimento di una grande quantità di informazioni personali anche riferite a viventi, tuttavia limitate sempre a semplici dati pubblici, reperibili presso gli uffici anagrafe dei Comuni di residenza, ovverossia, nel rispetto della Legge sulla Privacy ci siamo limitati nella maggior parte dei casi ad inserire nomi, cognomi e date di nascita, morte e matrimonio delle varie persone.

La legge limita infatti la diffusione dei soli dati sensibili, definiti come segue:

I dati sensibili sono informazioni personali idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, i quali possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato.

Poiché i dati presenti nei nostri alberi genealogici non sembrano rientrare in queste categorie, si procederà all’inserimento senza avere la necessità di avvertire ogni singolo vivente. Si ricorda altresì che i dati personali diventano liberi 70 anni dall’ultimo censimento pubblicato. Nei casi dove è stato possibile contattare i viventi, abbiamo comunque richiesto  l’autorizzazione alla pubblicazione, tra l’altro nella speranza di ricevere ulteriori preziose informazioni.

Qualora, nonostante quanto sopra riportato, non sia gradita la pubblicazione del proprio cognome e nome, è vostra facoltà richiedere l’immediato oscuramento dal database inviando una richiesta all’email : info @ verlato.org

 

Cookie

I cookies non sono altro che delle piccole stringhe di testo trasmesse dal server al PC dell’utente e successivamente lette e utilizzate dal server – anche in momenti diversi – allo scopo di ricordare le preferenze, i dati e le informazioni dei visitatori su quel particolare sito web.
Queste informazioni potrebbero riguardare per esempio le autenticazioni automatiche, la lingua, la grandezza e tipo di testo, la località, il browser usato, la pagina di provenienza e molto altro. L’utilizzo dei cookies permette che ogni informazione utile alla navigazione venga salvata, memorizzata e utilizzata ad ogni visita.
I cookies si possono dividere in:

di sessione (che si eliminano alla chiusura del browser)
persistenti (che si eliminano dopo un certo periodo fissato)
first party (che sono soggetti e leggibili al solo dominio che li ha creati)
third party (che sono creati e soggetti a domini esterni a quello cui stiamo visitando, l’esempio più noto è Google Analytics)

La direttiva EU è nata come risposta al notevole aumento di cookies di terze parti, come ad esempio possono essere quelli utilizzati dai witget facebook o twitter, Google Analytics, Google AdSense, ecc. oppure cookies per tracking, analisi o affiliati.

Verlato.org non fa uso di cookie persistenti

Lascia un commento